Migliori Servizi di Streaming Audio

I servizi di streaming audio hanno rivoluzionato il modo di ascoltare la musica. Lo streaming musicale è economico, persino gratuito e supera qualsiasi formato fisico in termini di praticità.

E per gli amanti della qualità audio, sappiate che alcune piattaforme a pagamento possono offrire una qualità equivalente o addirittura superiore a quella del CD. Infine, la maggior parte dei servizi di streaming offre cataloghi di oltre 70 milioni di titoli. Ce n’è per tutti i gusti. Dalla musica classica, passando per il rock, country, metal e trap. Possiamo ritrovare brani inediti, vecchi o nuovi di autori emergenti o dimenticati.

Gratis o a pagamento, in qualità MP3 o FLAC, ci sono dunque sempre più offerte, tanto che è difficile capire quale sia la migliore. Spotify, Apple Music e Deezer dominano il mercato, ma esistono altri servizi che stanno iniziando a dare buoni risultati.

 

POTREBBE INTERESSARTI : Casse da esterno, quali scegliere per terrazze, giardino o piscina

 

Sappi che non esiste un miglior servizio di streaming audio in assoluto, ognuno ha le sue specificità, i suoi vantaggi e svantaggi. Tuttavia, per aiutarti a scegliere quello più adatto alle tue esigenze, al tuo stile di musica che ascolti, alla qualità che desideri e, soprattutto, al costo, abbiamo realizzato questa guida alla musica streaming di alta qualità.

streaming-audio

Spotify

Spotify è il pioniere dello streaming musicale ed è anche il più conosciuto ed utilizzato con i suoi 40 milioni di brani che crescono al ritmo di 2000 nuovi al giorno. Offre una serie di servizi personalizzati, inclusa la selezione settimanale, e ne aggiunge costantemente di nuovi. L’integrazione (opzionale) del servizio con Facebook rende la condivisione della musica più semplice rispetto ai concorrenti. Spotify ti consente di condividere una canzone o un album, creare playlist con i tuoi amici o vedere cosa ascoltano i tuoi amici di Facebook. L’ultima novità è la sessione di gruppo , che consente a più utenti di intervenire in tempo reale su una playlist.

La caratteristica migliore dell’offerta Spotify, di gran lunga, è la possibilità di cambiare i dispositivi di output al volo, in modo da poter passare dal tuo smartphone allo speaker wireless al sistema audio del tuo soggiorno senza perdere un colpo. È anche possibile caricare contenuti personali. Per anni, la più grande frustrazione generata da Spotify per gli appassionati di musica è stata il limite di 10.000 brani in ascolto. Ma dal 26 maggio 2020, questo limite è stato ufficialmente rimosso.

La versione gratuita da computer permette l’ascolto diretto di qualsiasi brano, cosa che non è possibile con l’app per smartphone. In entrambi i casi bisogna sorbirsi della pubblicità tra un brano e l’altro la cui intensità dipende, tra le altre cose, dall ‘ora di ascolto e dal dispositivo. La qualità dei brani trasmessi in modo gratuito compressi in OGG VORBIS è inferiore a quella degli abbonamenti premium, ma sufficiente (bitrate di 160kbps) anche per un buon ascolto tramite sistema audio hi-fi o multiroom audio.

Differenza tra Spotify Gratuito e Premium

L’abbonamento Premium ti da la possibilità di evitare l’ascolto di pubblicità, di “skippare” la musica quanto si vuole, di avere una migliore qualità audio e di scaricare i brani per l’ascolto offline.

Abbonamenti e prezzi:

  • Personale: 9,99 € al mese;
  • Duo Premium: 12,99 € al mese per due account;
  • Spotify Family: 14,99 € al mese, fino a sei account dalla stessa famiglia;
  • Studente: 4,99 € al mese.

Apple Music

Se ami iTunes, adorerai Apple Music. Steve Jobs ed i suoi eredi sono leader nella musica digitale da due decenni e, sebbene siano arrivati ​​tardi nel mercato degli abbonamenti e dello streaming musicale, da allora hanno recuperato il tempo perso. Apple Music ha un’enorme libreria che include album e brani esclusivi di iTunes e il servizio è disponibile su un numero sorprendente di piattaforme, inclusi smartphone Android e persino smart TV Samsung.

Apple Music NON E’ GRATUITO, ma permette una prova gratuita di 3 mesi dopodichè bisogna pagare. Qualcuno dirà “faccio ogni volta una prova gratuita cambiando nome e login”, sì, ma ovviamente si perdono le playlist salvate.

Utilizzando una funzione di firma del servizio, puoi caricare la tua raccolta musicale personale sulla libreria musicale di iCloud. La buona notizia è che la tua quota è generosa: 100.000 titoli in catalogo e quelli che hai acquistato da iTunes o scaricati per ascoltarli offline non contano per quel totale. La cattiva notizia è che devi utilizzare il software iTunes sul tuo computer per il caricamento.  Una combinazione di esperti di musica e algoritmi fornisce consigli personalizzati, la possibilità di utilizzare Siri Assistant su dispositivi iOS e l’altoparlante HomePod , attualmente l’unica scelta per i proprietari di HomePod che desiderano utilizzare il controllo vocale.

Abbonamenti e prezzi:

  • Individuale: 9,99 € al mese;
  • Famiglia: 14,99 € al mese, fino a sei account dalla stessa quota familiare;
  • Studente: 4,99 € al mese, con accesso al servizio Apple TV +.

Amazon Music Unlimited

Anche il gigante dello store online ha lanciato il suo servizio di streaming musicale. La cosa buona è che per soli 3.99 al mese ci si può abbonare ascoltando musica dagli altoparlanti Amazon Echo.

D’altra parte, se hai una raccolta musicale personale, questo servizio non fa per te. Amazon ha rimosso la possibilità di caricare musica nella sua raccolta diversi anni fa e la selezione è limitata ai brani da riprodurre in streaming o acquistati direttamente da Amazon.

Abbonamenti e prezzi:

  • Individuale: 9,99 € al mese;
  • Famiglia: 14,99 € al mese, fino a sei account;
  • Echo / Fire TV: € 3,99 al mese, su un singolo smartphone Echo o FireTV idoneo.

Tidal

Tidal dal punto di vista grafico assomiglia molto a Spotify. E’ stato acquistato da Jay-Z, la vocazione di Tidal è quella di donare più diritti agli artisti che hanno scelto questa piattaforma per promuovere la loro musica. Di conseguenza, alcuni titoli di Jay-Z o Beyoncé sono disponibili esclusivamente su questa piattaforma. Non è gratuito ma si può fare la prova di 1 mese.

Tidal è famoso tra gli appassionati o tra i puristi del suono per la qualità audio da godere con impianti con diffusori acustici da pavimento. L’offerta Premium promette la migliore musica di qualità disponibile in un servizio di streaming, mentre l’offerta Hi-Fi offre tracce non compresse per un suono senza perdite. In questo caso usufruisci della funzione audio TIDAL Masters ovvero  un file musicale autenticato e ininterrotto (tipicamente 96 kHz / 24 bit) con la massima risoluzione possibile, impeccabile .

Mentre le registrazioni HiFi sono limitate a 44,1 kHz / 16 bit, i master rifletteranno la sorgente originale, che può variare dalla qualità CD, a 96 kHz / 24 bit e, in alcuni casi, file ad altissima risoluzione con frequenze di campionamento di 192 kHz e oltre.

Abbonamenti e prezzi:

  • Standard: 9,99 € al mese (Premium) o 19,99 € al mese (HiFi);
  • Famiglia: 14,99 € al mese (Premium) o 29,99 € al mese (HiFi), fino a 5 membri;
  • Studente: 4,99 € al mese (Premium) o 9,99 € al mese (HiFi).

Deezer

Con un account gratuito, hai accesso a clip audio di 30 secondi sul web, ma puoi riprodurre le tracce complete (con pubblicità ovviamente in MP3 128 Kbps) sul tuo smartphone. Con un account Premium, è possibile utilizzare il web player e l’applicazione Windows e le pubblicità scompariranno. Oltre a una versione Premium e un abbonamento Family, Deezer offre anche un servizio Hi-Fi con qualità CD (Flac 1411 Kbps) a 14,99 € tra i più economici sul mercato.

La specialità di Deezer è “Deezer Flow”, una funzione di raccomandazione algoritmica che genera “un mix infinito di preferiti e nuove tracce” in base al feedback degli utenti. L’opzione “Deezer HiFi” ti consente di beneficiare di tracce audio lossless, per 14,99 € al mese. È anche possibile aggiungere brani personali in MP3, utilizzando qualsiasi browser web (limitato a 2000 tracce).

Abbonamenti e prezzi:

  • Individuale: 9,99 € al mese o 99,90 € all’anno;
  • Famiglia: 14,99 € al mese, fino a sei account;
  • Studente: 4,99 € al mese.

Google Play Music

Ovviamente, non possiamo parlare di streaming musicale senza parlare di Google Play Music. Anche il gigante di Mountain View ha sviluppato la sua offerta di streaming musicale. È anche molto semplice, con una versione gratuita abbastanza completa e una versione a pagamento che offre funzionalità aggiuntive nelle versioni web e mobile. L’interfaccia è degna dei servizi di Google: semplice e pulita. Puoi importare la tua libreria musicale, godertela su tutti i tuoi dispositivi, con o senza pubblicità a seconda dell’offerta che scegli.

Abbonamenti e prezzi:

  • Individuale: 9,99 € al mese;
  • Famiglia: 14,99 € al mese, per sei componenti dello stesso nucleo familiare;
  • Studente: 4,99 € al mese.

Youtube music

Non sappiamo ancora esattamente per quanto tempo sopravviverà Google Play Music, ma potrebbe presto scomparire per far posto a YouTube Music. Inoltre, gli abbonati a Google Play Music hanno automaticamente accesso alla formula a pagamento di YouTube Music , segno che l’azienda di Cupertino vuole convincere i propri utenti a migrare.

YouTube Music è disponibile in due versioni: una gratuita che presenta pubblicità ed una Premium che costa 9,99 euro/mese senza annunci pubblicitari e che permette la riproduzione in background ed il download dei contenuti.

Qubuz

Qobuz è uno dei portali storici dello streaming Hi-Fi, e per una buona ragione: è stato per molto tempo l’unico a consentire l’ascolto di brani in qualità CD (Flac-16 Bits) e Hi-Res (fino a 24 Bits) -192 kHz). Se i 60 milioni di brani in catalogo non sono necessariamente Hi-Res, ce ne saranno abbastanza per accontentare gli appassionati di Jazz e musica classica, specialità del servizio, ma non solo. Per distinguersi dalla concorrenza, Qobuz lascia anche molto spazio all’editorializzazione dei suoi contenuti. Infine, la piattaforma francese ha anche la particolarità di vendere musica smaterializzata. Questo servizio di streaming è chiaramente rivolto agli audiofili.

Prezzi : 14.99 al mese oppure per 1 anno non rimborsabile 179.99.

Idagio

Idagio è un servizio di streaming audio di musica classica. Quindi, se preferisci Bach a Beck e Mozart a Maroon 5, usa Idagio. La piattaforma offre due milioni di titoli. In ogni caso, è ben al di sotto dei 50-60 milioni di titoli dei cataloghi dei principali servizi musicali popolari, ma questa selezione è focalizzata esclusivamente su etichette classiche come Deutsche Grammaphon, Decca ed ECM.

È possibile utilizzare la piattaforma gratuitamente, con pubblicità, ma l’abbonamento a pagamento che costa 9.99 euro al mese apporta miglioramenti chiave, oltre alla rimozione della pubblicità, come la qualità audio lossless e la possibilità di connettersi a altoparlanti dedicati.

Tabella comparativa dei servizi di streaming musicale

Amazon Music Apple Music Deezer
Qobuz Spotify Tidal
Costo mensile € 9,99 / mese
(Music Unlimited)
€ 14,99 / mese
(Music HD)
9,99 € / mese € 9,99 / mese
(Deezer)
€ 14,99 / mese
(HiFi)
€ 19,99 / mese
(Hi-Fi)
€ 24,99 / mese
(Studio)
9,99 € / mese

9,99 € / mese

€ 14,99 / mese (alta risoluzione)

Opzione gratuita?  No  No  Sì, con la pubblicità  No  Sì, con la pubblicità  No
Periodo di prova gratuito  30 giorni  3 mesi  3 mesi  30 giorni  30 giorni  3 mesi
 Chromecast / Airplay  si si  si si  si si  si si  si si si si
Dimensioni della libreria 60 milioni 60 milioni 60 milioni 60 milioni 60 milioni 60 milioni
Formato MP3 (illimitato)

FLAC (HD)

AAC MP3 (Deezer)

FLAC (Deezer HiFi)

FLAC Ogg MQA
Bitrate massimo 256 Kbps (illimitato)

850 Kbps (HD)

256 Kbps 120 kbps (gratuito)

320 Kbps (Deezer)

1411 Kbps (HD)

1411 Kbps 96 Kbps (gratuito)

320 Kbps (premium)

1411 Kbps
Definizione 16 bit 16 bit 16 bit 16 e 24 bit 16 bit 16 e 24 bit
Condivisione familiare 6 persone 6 persone 6 persone (Famiglia Deezer) No 6 persone
Ascolta offline Mobile e PC Mobile Mobile e PC Mobile e PC Mobile e PC Mobile
Stazioni radio No No
Podcast No No No
Filmati No No No

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *